Come superare la crisi Coronavirus: 7 regole chiave per dare solidità all’impresa turistica

Come superare la crisi Coronavirus: 7 regole chiave per dare solidità all’impresa turistica

In questi giorni molte sono le attività con le serrande abbassate.
Ho sentito tanti operatori giustamente preoccupati per i mancati incassi e del fatto di non sapere quando questa situazione finirà.
Ed è proprio il senso di incertezza a farci salire l’ansia, è una cosa che proprio non ci piace anche se è una reazione naturale per l’essere umano (ricordiamocelo anche nei rapporti con i nostri clienti).

Immagino che anche tu, come me, non veda l’ora di riprendere la tua attività a pieno regime e, a questo punto, la domanda più importante è: quando arriverà il momento, cosa devo fare per ripartire nel modo più veloce possibile e recuperare il denaro perso oggi?
A questa domanda diamo risposta in questo articolo e in quelli che man mano pubblicheremo nelle prossime settimane nella categoria TURISMO 0.0
Seguici con attenzione.

Questa situazione, pur nella sua criticità, ci ha regalato il tempo che prima non riuscivamo mai a trovare.
Mettiamolo a frutto nel migliore dei modi!

Per capire come ripartire, è importante trarre insegnamento da questa crisi inattesa. Vediamo come.

Te la ricordi la storia del Titanic?
Tutto filava liscio in quella grossa nave, il transatlantico di classe Olympic più sicuro del mondo, lanciata lungo la sua rotta da Southampton a New York, sicuri che nulla e nessuno li avrebbe potuti fermare.
E invece ecco l’ostacolo che ti si para davanti, imprevisto, inatteso e tra la vita e la morte c’è solo la capacità di reazione, tempestiva, del capitano e dell’equipaggio.
Tutto dipende da quanto sei lucido e vigile, da quanto sei allenato a prendere decisioni rapide, da quanto la tua nave è agile per dribblare tra quelle montagne di ghiaccio e robusta da resistere agli urti.
In quel caso sappiamo com’è finita. E nel nostro caso come finirà? Ancora non lo sappiamo ma ci sono alcune cose di cui dobbiamo fare tesoro.

  • Non abbiamo il controllo delle cose fuori da noi. Questa situazione ci ricorda che siamo esseri umani e non abbiamo il controllo di tutte le cose, mettiamocela via.
  • Siamo abbastanza solidi per parare il colpo? Quando le cose vanno bene è tutto “facile” ma quando il gioco si fa duro la nostra lungimiranza e l’accuratezza con cui abbiamo gestito l’impresa ci possono letteralmente salvare la vita.
  • La nostra reazione fa la differenza rispetto al risultato finale che otterremo. Ricorda sempre questa equazione: evento esterno (fuori controllo) + nostra reazione (in controllo) = risultato finale. Quindi, l’esito di qualsiasi evento è condizionato fortemente dalla nostra reazione a quell’evento. Per questo sono così importanti nervi saldi e sangue freddo.
  • Navigare a vista è un’abilità fondamentale. C’è stato un tempo in cui l’idea di navigare a vista era “il male”, oggi scopriamo che saper navigare a vista è un’arte di cui non puoi fare a meno, pena gravi conseguenze (Titanic di cui sopra).

Ora, se anche tu pensi che avere questa consapevolezza sia così importante, condividi questo articolo con le persone cui tieni e che sai potrebbero trarne beneficio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Come sarà dopo?
E’ difficile fare previsioni ora, ma la cosa certa è che l’asticella della competitività sarà più alta di prima.

Ecco le 7 regole chiave da prendere subito in mano per reagire al meglio a questa situazione e rendere più solida la nostra impresa e la nostra destinazione.

TURISMO 0.0 – RITORNO ALL’ESSENZA” esprime esattamente l’obiettivo di questo e dei prossimi articoli: mettere l’attenzione su 7 aspetti chiave che permettono di dare maggiore solidità alla tua impresa e la rendono capace di superare più facilmente i momenti di crisi. 

1) Curare la solidità economica e finanziaria dell’azienda. Pianificare le entrate e le uscite, tenere sotto controllo la liquidità e, soprattutto, creare un accantonamento che permetta all’azienda di resistere per un periodo più o meno lungo anche in caso di assenza di fatturato. Ne abbiamo nello specifico in questo articolo.

2) Prendersi cura di se stessi e del proprio team. Competenza, Condivisione, Coesione, Coerenza di comportamento sono 4C fondamentali per lasciare il segno nella mente e nel cuore degli ospiti. Puoi pensare alla migliore strategia di marketing e di promozione ma se la tua squadra non è con te sarà tutto inutile. Scopri qui come è possibile creare un team affiatato e imbattibile.

3) Definire identità e posizionamento.  Pensare che “va bene qualsiasi cliente purchè paghi” è il modo migliore per far si che nessuno si interessi a te. E’ il momento di decidere chi sei, a chi ti vuoi rivolgere e cosa vuoi offrirgli di unico e irresistibile. Come essere nella mente del tuo cliente potenziale e come puoi creare valore per lui? Ne abbiamo parlato dettagliatamente in questo articolo.

4) Avere qualcosa di straordinario da offrire. Se è vero che il genere umano vive per fare esperienze gratificanti, qual è la tua offerta irrinunciabile? Stai offrendo una camera, una cena, un’escursione, un massaggio o stai offrendo un’esperienza senza pari? Creare offerte irresistibili è un arte. Clicca qui per approfondire questo argomento.

5) Avere in mano il controllo della vendita. Tra le attività strategiche il controllo dell’attività di vendita incide oggi per per il 75% sul successo della tua azienda. Scegliere più canali di vendita, decidere le politiche dei prezzi e le promozioni per massimizzare l’occupazione, sollecitare costantemente il mercato. Delegare completamente a terzi la gestione di questa attività è quanto mai pericoloso.

6) Dedicarsi attivamente a networking e collaborazioni. Affrontare il mercato globale da soli è un’operazione complicata, inoltre, nel turismo la maggiore forza attrattiva è legata alla destinazione e la forza della destinazione è proporzionale alla forza dei legami tra gli operatori.

7) Dedicarsi alla comunità-destinazione. Per le stesse ragioni viste sopra, un operatore turistico ha tutto l’interesse a far si che la sua comunità sia capace di far sentire ogni ospite come a casa. Più casa più valore, più valore più ricchezza. In questo articolo abbiamo parlato più a fondo di quali sono i 4 passi fondamentali per creare la tua comunità-destinazione.

Di queste 7 regole, una alla volta, parleremo approfonditamente nei nostri articoli, anche rispondendo alle eventuali tue domande e a quelle dei tuoi colleghi.
Continua a seguirci.

ESCLUSIVAMENTE PER TE!
Guarda i nostri webinar andati in onda su Rinascita Digitale

Abbiamo deciso di contribuire anche noi con tre sessioni di formazione gratuita dedicate ai fondamentali per rendere più solida la tua attività turistica e la tua destinazione:

Ti è piaciuto questo articolo?

Se pensi anche tu che sia importante diffondere consapevolezza e conoscenza, condividi questo articolo e iscriviti ora alla newsletter Starting4 per essere certo di poter leggere (o guardare) ogni nuovo articolo della rubrica TURISMO 0.0.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ti potrebbe interessare anche…

Vuoi sapere come cogliere una NUOVA OPPORTUNITÀ​?
Hai un PROBLEMA URGENTE da risolvere?

Contattaci ora!

*una consulenza telefonica della durata massima di 30’