Sostenibilità personale: cos’è, perché è importante, come cercarla.

Sostenibilità personale: cos’è, perché è importante, come cercarla.

La sostenibilità personale per l'imprenditore. Cos'è, perché è importante, come cercarla.

Sostenibilità sociale, ambientale, economica. Tre pilastri, spesso puramente retorici, per una visione di lungo periodo. Ma ci chiediamo mai cosa leghi il tutto nella nostra vita quotidiana? 

Sostenibilità: i tre pilastri

Sono molto lontani i tempi in cui sostenibilità era una parola di frontiera e la nuova idea ispiratrice di progetti, servizi, destinazioni. 

Abbiamo fatto grandi passi in avanti, in termini di consapevolezza, di strumenti di analisi e di conoscenza, di pratiche. Ma la sostenibilità – nel turismo e in generale – è ancora molto lontana. 

Non esiste – in realtà – un prodotto, un servizio o una destinazione veramente sostenibile. Considerando l’intero ciclo di materiali, energia ed emissioni ogni nostra azione ha ancora un impronta significativa, che possiamo limitare e magari compensare. L’importante è tendere sempre con forza e costanza ad un saldo positivo. 

Usualmente si considerano tre pilastri della sostenibilità:

  • ambientale
  • sociale 
  • economica.
Sono ambiti di riflessione enormi e fortemente interconnessi. Soprattutto nel turismo che si basa su risorse non riproducibili, sulle persone e comunità (nella domanda come nell’offerta, oltre che nel contesto).

C’è evidentemente una prospettiva personale da considerare. 

Essere operatori del settore deve  ispirarsi a questi principi, e renderci felici e autonomi nel processo.

Essere viaggiatori responsabili significa preferire acquisti e comportamenti ispirati alla sostenibilità, ed essere felici e accresciuti nel processo.

Per approfondire questo spunto sulla prospettiva personale della sostenibilità (che non è certo essere human centered  egoriferiti) vedo alcune domande utili:

>>> Perché scegliamo comportamenti sostenibili?

>>> Cosa significa essere imprenditori? 

Cosa ci spinge a comportamenti sostenibili?

 

In generale i comportamenti sostenibili verso ambiente e società siano spinti da un imprinting (naturale e/o sviluppato) basato su:
  • interesse, cura e rispetto per le risorse
  • interesse cura e rispetto per persone e comunità 
  • sensibilità intergenerazionale (che è un di cui, ma l’idea di futuro consapevole è fondamentale nell’approccio di Starting4).
Essere operatori sostenibili nel turismo significa anche aver compreso come la sostenibilità possa essere grande leva economica in termini -tra l’altro- di:  
  • posizionamento distintivo 
  • proposta di valore
  • efficacia ed efficienza dei processi
  • comunicazione 
  • relazione.
Quindi sostenibilità unisce presente e futuro in modo qualitativo sia per la domanda per l’offerta. Il comportamento consapevole e costante diventa la concretizzazione dei valori suddetti. 

Altrimenti resta tutto pura teoria. Quanto volte lo hai visto con i tuoi occhi?

 

Cosa significa essere imprenditori? 

Essere imprenditore significa rischiare, avere una visione e scommettere passione, tempo, competenze e risorse. In un contesto complesso e con informazioni limitate. 

L’imprenditore è mosso da un mix potente di bisogni\desideri: autonomia, realizzazione, libertà. 

Ha un ruolo di grande responsabilità (per sé, i collaboratori, il pianeta, i clienti-ospiti) e deve guidare l’impresa sempre più verso i criteri di sostenibilità (in modo più o meno sincero e più o meno evoluto in chiave di marketing).

Ma anche lui (come tutti noi) ha diversi “conti correnti” da tenere sotto controllo, riferibili ad esempio a questi ambiti:

  • economia (non serve spiegarlo)
  • tempo (per coltivare le passioni)
  • emozione (dalle relazioni, attività e passioni)
  • impatto (cosa resta di quello che facciamo negli altri, nell’ambiente, nell’economia generale? …è più una lettura trasversale che un conto a sé).

Avere una vita imprenditoriale equilibrata è molto difficile, soprattutto allargando le dimensioni del proprio agire nel senso e nel tempo.

Le tre sostenibilità devono ispirare tutti i comportamenti aziendali, possiamo però aggiungere appunto una dimensione personale da presidiare e valorizzare.

Il benessere dell’imprenditore è strettamente legato a quello dell’impresa.  

L’impresa deve fare economia positiva e socialmente rilevante: per la comunità e il territorio e per l’imprenditore stesso. 

Il benessere del territorio è strettamente legato a quello delle imprese.

Nel turismo l’imprenditore è spesso stritolato da dinamiche che non controlla e questo genera inefficienze, frustrazione, diseconomie. Per approfondire:

I 5 errori da evitare per gli imprenditori del turismo!

Quanto conta la solidità finanziaria della nostra impresa!

La business continuity: come gestire il presente e ripensare il futuro.

Vendi meglio non di più!

Andiamo ora alle conclusioni di questa breve riflessione.

La sostenibilità personale: saldare il tutto

L’idea di sostenibilità personale è dare una lettura complessiva nel nostro quotidiano considerando:

– gli IMPATTI di ciò che facciamo (in senso ambientale economico e sociale)

– il VALORE di ciò che facciamo.

Essere sostenibili deve produrre il (famoso) valore condiviso ma che deve dare felicità e benessere anche a noi, e pure nel breve!

Quando l’imprenditore pone alla base del suo agire (la sua funzione di valori) la sostenibilità crea valore condiviso e quando come persona è legato profondamente a questi valori ne trae un beneficio diretto, importante quanto quello economico ed ambientale.

Quando si riescono ad incorporare pratiche sostenibili nei processi si ha un vantaggio economico e di marketing. E questo accelera poi la capacità di creare economia sufficiente per la libertà e l’autonomia necessari, quindi -alla fin fine- valore personale.

Usare un approccio che considera anche la nostra sostenibilità personale ci aiuta ad unire il tutto. Per riempire al meglio i “conti correnti” visti sopra.

Il discorso fatto per l’operatore vale, con le opportune valutazioni, anche per il viaggiatore turista. Lo riprenderemo.

Il settore travel opera sulle comunità e sui territori, ambiti dove questi temi sono tutti presenti e interconnessi. 

Gli operatori hanno una responsabilità altissima nel creare valore per sé e per la comunità, considerando ambiente, cittadini e viaggiatori. 

Ma devono considerare anche obiettivi e desideri come imprenditori e come personeSviluppare una dimensione personale della sostenibilità lega il proprio benessere a quello collettivo. Che ne è alimentato e ne è propulsore

La dimensione personale è necessaria per un cambiamento globale

Vuoi sapere come cogliere una NUOVA OPPORTUNITÀ​?
Hai un PROBLEMA URGENTE da risolvere?

Contattaci ora!

*una consulenza telefonica della durata massima di 30’